LUCIA ANTONELLI

Nata a Castiglione dei Pepoli il 1 aprile 1964, ha sempre avuto due grandi passioni: lo sport e la cucina. Poiché non rientrava nei canoni dei classici “mestieri” diventare cuoca, ha scelto di seguire il percorso di studi dell’ISEF di Bologna per poter fare l’insegnante. Dal 1991 si occupa della cucina del Ristorante “Taverna del Cacciatore”, un locale storico degli appennini, un po’ fuori dalle solite rotte, dove ha dovuto impegnarsi davvero affinché le persone tornassero e parlassero dei suoi piatti. Non esisteva internet o i social e nemmeno i navigatori…se lo ricorda come un periodo un po’ difficile.
Senza una seria formazione di base ha cominciato a studiare, sfogliando i grandi classici della cucina, riviste specializzate e frequentando corsi e seminari. Da ogni cosa cercava di trarre un’idea e uno spunto per i suoi piatti, che era sicura dovessero profumare di tradizione e semplicità.

Pasta fresca al mattarello, dolci di casa, prodotti del bosco e del sottobosco e la selvaggina, che allora ancora in pochissimi riuscivano a proporre. Internet e i social la rendono un po’ più visibile, soprattutto dopo aver partecipato e vinto un contest sui tortellini nel 2013 e 2014, che la fa conoscere come “la Regina dei Tortellini”. La casa editrice Minerva pubblica nel 2014 il suo primo libro “Cucina di Frontiera”,  ricette di montagna e di tradizione e poi nel 2017 “L’appennino in Tavola” ricette della tradizione tosco- emiliana. Dopo 30 anni lascia la cucina del suo ristorante per concentrarsi su tutti quei progetti e attività alle quali si è dedicata nei piccoli ritagli di tempo, ma che ora meritano di più.

 

Top Secured By miniOrange